Massimo Carlotto al Festival Presente Prossimo

 MG 5951

Massimo Carlotto, creatore di uno dei più famosi investigatori del noir italiano, l’Alligatore, e’ stato il protagonista del secondo incontro della V edizione di «Presente prossimo», Festival dei narratori italiani diretto da Raul Montanari.

L’incontro si e’ svolto sabato 20 ottobre alle h. 18.00 presso l’auditorium di Albino e ha visto la partecipazione di piu’ di 250 persone.

Massimo Carlotto ha al suo attivo piu’ di 20 romanzi, e’ considerato uno dei massimi esponenti del noir italiano a livello internazionale, e’ stato finalista e vincitore di importanti premi nazionali e stranieri, si e’ occupato anche di radio e teatro e da alcuni suoi libri sono state tratte versioni cinematografiche.

 

Il suo ultimo romanzo, uscito quest’anno nella collana Einaudi Stile Libero Big, si intitola “Respiro corto” e la sua scena e’ occupata da una generazione di nuovi criminali: giovani, spregiudicati, e laureati. Una gang di privilegiati. Zosim, Sunil, Giuseppe, Inez. La Dromos Gang. Si sono conosciuti studiando Economia a Leeds. Brillanti, ben vestiti, piombano su Marsiglia da ogni parte del globo, per prendersela tutta.
«Lo spunto – ha spiegato lo scrittore – e’ nato dalla constatazione che per la prima volta nella storia dobbiamo fare i conti con il fatto che il sapere, il sapere universitario, è diventato strategico per la criminalità. Che ne ha bisogno per riuscire a riciclare». Lo scrittore e’ stato molto colpito dalla notizia che un «capocosca, a Palermo, era un architetto, con tanto di studio». Una novità rivelatrice di una tendenza, che «a livello internazionale si sta sviluppando in maniera decisa». Da qui l'idea di «raccontare una nuova criminalità, all'interno di una trama che prende spunto da fatti realmente accaduti in vari Paesi del mondo, dalla Russia, al Paraguay, all'India dove si stanno sviluppando forme di criminalità legate a nuovi affari, dalla sofisticazione alimentare al nuovo modo di riciclare i rifiuti tossici al traffico di organi».
Il romanzo si conclude, non a caso, a Marsiglia. «Marsiglia, dal primo gennaio 2013, sarà capitale europea della Cultura. È la città europea con il maggior numero di conflitti armati tra gang, di morti per kalashnikov. È in atto una vera e propria guerra che sta insanguinando la città, di difficile soluzione. Inoltre, ha un grande problema di corruzione all'interno della polizia, tanto che per la prima volta, la settimana scorsa, è stato smantellato un intero corpo di polizia, con 18 arresti».

Per avere piu’ notizie su Massimo Carlotto e leggere i suoi libri visitate il sito dell’autore e venite in biblioteca:

www.massimocarlotto.it

IL festival “Presente Prossimo” prosegue sino al 24 novembre con altri incontri con gli autori e si conclude l’1 e il 2 dicembre con un corso di scrittura creativa per adulti presso la biblioteca di Treviglio.

Per avere informazioni sul calendario della manifestazione e guardare le foto degli incontri visitate il sito del festival:

www.presenteprossimo.it