Nel cuore della montagna

Nel cuore della Montagna è un progetto del Sistema Bibliotecario della Valle Seriana affidato a uno dei pionieri dei cammini letterari in Italia, Davide Sapienza in collaborazione con l’officina culturale Alpes.
11 cammini tra giugno e settembre, tutti gratuiti a cui è possibile partecipare solo su prenotazione presso le biblioteche aderenti, ci porteranno a scoprire con occhi nuovi la geografia di Rovetta, Cene, Parre, Gandellino, Valbondione, Gromo, Premolo, Alzano Lombardo, Leffe e Villa di Serio.
Primo appuntamento a Rovetta: 17 giugno
Protagonista sarà il territorio vissuto attraverso le narrazioni in cammino di Davide Sapienza, autore di I Diari di Rubha Hunish e Scrivere la natura. Una proposta legata alla specificità di ogni luogo, raccontato e vissuto anche attraverso l’inedita forma della narrazione geopoetica: la montagna diventa un  luogo di elezione, l'esatto opposto dell'idea di periferia e confine visto che  dalla montagna arrivano le risorse della vita, dall'acqua all'azione dei boschi, all'agricoltura più faticosa.
Per info: http://www.alpesorg.com/eventi/2018/6/17/nel-cuore-della-montagna- cammini-e-narrazioni-con-davide-sapienza
www.davidesapienza.net
Davide Sapienza, firma del Corriere della Sera, media partner dell'iniziativa e per il quale sull’edizione bergamasca cura la rubrica settimanale "Sentieri d'autore” da oltre quattro anni e racconta il territorio nei suoi reportage in cammino, è stato tra i primi autori italiani a proporre cammini letterari, per leggere insieme la scrittura della Terra: la Geografia. Nei libri e nei reportage dell’autore si legge un intreccio tra narrazione, storie e riflessioni che propongono un sapere diverso sul territorio e il suo rapporto con le vicende umane (raccontato anche da un documentario a lui dedicato dalla Tv Svizzera Italiana). Una scrittura e una visione poetica, secondo la quale ogni parola va rispettata nella sua "biodiversità". Sapienza (Premio Pigna d'Argento 2011, Greenaccord 2012, Pigna d'Argento-Cinemambiente 2015) è riconosciuto come tra gli autori italiani di punta legati alla natura e all'impegno ecologico. Sin da 2004 propone i cammini letterari come strumento di lettura profonda del territorio, anche per esperienze di più giorni.