Goodbye Moroni, ambasciatori a New York!

In occasione della prima grande mostra che la Frick Collection di New York dedica al pittore bergamasco Giovan Battista Moroni, Palazzo Moroni a Bergamo apre le porte al pubblico, proponendo un accompagnamento guidato nelle stanze illuminate del Palazzo per ammirare, in particolare, i ritratti di Isotta Brembati e del Cavaliere in Rosa, capolavori rinascimentali dell’artista albinese prima della loro partenza per la Grande Mela; possibilità ultima di “salutare” i coniugi Grumelli nella dimora che li ospita dal 1871 sino al ritorno, previsto nel mese di giugno.
 
Pausa CAFFÈ
Nella splendida cornice di Palazzo Moroni, la Fondazione avrà il piacere di poter offrire ai presenti la pausa caffè nel corner dedicato, dove poter degustare l'espresso di MOGI caffè, torrefazione bergamasca che si è distinta per la qualità delle miscele e che l'hanno portata ad essere il caffè scelto da hotel cinque stelle, chef stellati e del meglio del segmento lusso.
 
BE SOCIAL #GoodByeMoroni
I visitatori potranno inoltre partecipare al contest, postando sui canali social fotografie della dimora e selfie con i ritratti, utilizzando il tag #GoodByeMoroni. Le migliori immagini, selezionate dallo staff di Palazzo Moroni e di @bergamowalls verranno votate dai followers delle rispettive pagine, l’autore della foto che avrà ricevuto più like riceverà in omaggio la partecipazione gratuita per due persone ai prossimi appuntamenti di “A Palazzo con Gusto”, visita guidata e aperitivo nel Salone da Ballo.
 
Info:
SABATO 26 GENNAIO dalle 17.00 alle 21.00.
Accompagnamenti guidati alle ore 17.00, 18.00, 19.00 e 20.00.
Costo ingresso: 5 euro a persona (3 euro ridotto 6-25 anni e studenti universitari)
Si consiglia la prenotazione (CLICCA QUI)
 
Con il supporto di Mogi Cafè
In collaborazione con il Comune di Albino
Media Partner: @bergamowalls

Una giornata per celebrare l’Artista, le sue opere e la sua cittàTre associazioni culturali della città di Albino, in diverso modo collegate alla figura di Giovan Battista Moroni, hanno unito le proprie forze e competenze per costruire una proposta che nel tempo possa diventare un appuntamento per celebrare e valorizzare sempre più la figura del nostro artista albinese.
Il pomeriggio e la sera di sabato 22 settembre faremo un salto all’indietro di 500 anni provando ad immergere il centro storico della città di Albino nell’atmosfera dell’epoca.

In alcuni cortili della centrale Via Mazzini, verranno allestite delle vere e proprie «botteghe» del periodo che prenderanno vita grazie all’animazione di figuranti ed artisti.
L’area dedicata all’evento comprenderà inoltre Via Vittorio Veneto (Risöl), Piazza San Giuliano, la chiesa di San Bartolomeo e la Chiesa parrocchiale.

Per tutto il pomeriggio sarà a disposizione una navetta che collegherà altri due luoghi della città dove sono presenti opere sacre moroniane, la chiesa Santa Barbara di Bondo e la chiesa della Madonna del Pianto.
Proiezioni, materiale didattico, visite guidate, workshop, attività teatrali e musicali, laboratori… una giornata a tutto Moroni!