Pensare dalla Ripa 2020

LA VERITA' DEL FALSO

INGRESSO GRATUITO - 20.45 Auditorium Cuminetti, Viale A. Moro 2, Albino (BG)

3461551746 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Dal 18 febbraio 2020 tornano gli appuntamenti promossi dall’Associazione culturale DIAFORÀ nell’ambito del ciclo di conferenze Pensare dalla Ripa.  “La verità del falso” è il leitmotiv dei quattro incontri che quest’anno porteranno a Bergamo nomi d’eccellenza del panorama culturale internazionale: Enrico Letta, Carlo Sini, Carlo Cottarelli e Matteo Lancini. L’evento, patrocinato dal Comune di Albino, è realizzato con il sostegno di: La Fenice,  Confcooperative Bergamo,  Termoidraulica Bonfanti, Elmas e Seriana Case.

Primo appuntamento con la conferenza di Enrico Letta, “Il cortocircuito tra politiche europee e sovranità nazionale”: MARTEDÌ 18 FEBBRAIO alle 20.45 presso l’Auditorium Cuminetti di Albino. Ingresso gratuito.

 

 

 

23 marzo 2020 Carlo Sini

"In verità vi dico. Destini del detto"

 

2 aprile 2020 Carlo Cottarelli

"Pappagalli ed elefanti: quando il falso sembra vero"

 

20 aprile 2020 Matteo Lancini

"La vita degli adolescenti: la verità del virtuale

 

 

Seguiranno: 23 MARZO “In verità vi dico: destini del detto”, relatore Carlo Sini / 2 APRILE “Pappagalli ed elefanti: quando il falso sembra vero”, relatore Carlo Cottarelli / 20 APRILE “La vita degli adolescenti: la verità del virtuale”, relatore Matteo Lancini.

Dopo aver ospitato eccellenze del panorama culturale contemporaneo – per citarne alcuni, Serge Latouche, Carlo Sini, Umberto Galimberti, Massimo Amato, Ugo Mattei, Alberto Melloni, Luigi Lombardi Vallauri, Rocco Ronchi, Igor Salomone, Sergio Givone -, DIAFORÀ torna a proporre spunti di riflessione nella nuova edizione del Pensare dalla Ripa, ciclo di incontri dedicati quest’anno al tema del rapporto tra verità e falso. Dal 18 febbraio al 20 aprile ci si confronterà con il pensiero di Enrico Letta, Carlo Sini, Carlo Cottarelli e Matteo Lancini.

«Anche quest’anno abbiamo voluto porre al centro del Pensare dalla Ripa un tema di estrema attualità» – commenta Alessandra Pozzi, Presidente di Diaforà – «approfondendolo grazie ai contributi di studiosi che provengono da differenti discipline: la politica, la filosofia, l’economia e la psicologia. Oggetto della nostra riflessione sarà l’inquinamento della verità, un concetto di cui oggi, nell’epoca dell’iper connessione e dell’iper informazione, abbiamo estremo bisogno, forse ancora più di un tempo.»

«Il web ci ha trasformato in produttori veloci e insieme destinatari di notizie in un cortocircuito dove è impossibile verificare le fonti» – continua Alessandra Pozzi – «Le “bufale”, o come si definiscono oggi, le fake news, diventano armi micidiali capaci di minare ogni terreno, da quello politico e sociale a quello economico.  Esiste un brusio di sottofondo che rende ormai impossibile separare ciò che è da ciò che si dice. Del resto oggi la società ha mescolato così tanto la vita reale con quella virtuale che è quasi impossibile definire i confini dell’una e dell’altra. E al proposito merita un’attenzione speciale il mondo dei giovani che certamente, da tempo, ha qualcosa da insegnarci intorno alla potenza del virtuale.»